giovedì 12 dicembre 2013

Cavolo cinese saltato

Cavolo cinese
Come già ho avuto modo di spiegare nell'articolo sulla spesa di novembre, la famiglia dei cavoli è ottima per la nostra salute: hanno infatti un effetto antitumorale, rafforzano le difese immunitarie, apportano molto calcio altamente biodisponibile (ho parlato della biodisponibilità del calcio in un altro articolo).
Ieri per la mia cena ho provato a preparami un contorno con il cavolo cinese. Questa verdura nonostante il nome, viene ampiamente coltivata anche in Italia e non dovreste avere difficoltà nel trovare prodotti di origine italiana. In commercio ne esistono diverse varietà, quella nella foto è la più diffusa commercialmente (almeno in Italia) ma esistono altre versioni, una di queste ha le foglie ed i gambi più tendenti al verde. Il suo aspetto è simile all'insalata ed ha un sapore molto buono, più delicato ed aromatico del cavolfiore.


"Una curiosità: il cavolo cinese è uno di quei pochi alimenti che stimolano il sapore umami (gli alimenti che contengono molecole che  stimolano questi recettori  sono percepiti come molto palatabili dal nostro cervello!). Provate ad assaggiarlo senza sale nè altri condimenti, noterete che non sentirete la mancanza del sale anzi vi sembrerà salato al punto giusto. Aggiunto tritato ad altre pietanze ne aumenta la palatabilità senza aggiungere sale"
Benché la cottura del cavolo cinese aumenti la disponibilità dei carotenoidi, può contemporaneamente ridurne il contenuto di vitamina C e altri antiossidanti. Un buon compromesso potrebbe essere di consumare il cavolo cinese (ma anche gli altri tipi di cavoli) sia cotti che crudi alternativamente.
Una ricetta semplice e veloce per preparare il cavolo cinese:

Ingredienti (per circa 2-3 persone):
1 cespo grosso di cavolo cinese
2 spicchi di aglio
un pezzettino piccolo di zenzero fresco
una manciata di semi di sesamo
2 cucchiai di salsa di soia
olio extra vergine di oliva q.b

Lavare e mondare il cavolo. Tagliarlo a striscioline (sia le foglie che il gambo in fondo).
In una padella (o meglio ancora in una wok), scaldare dell'olio e rosolavi leggermente l'aglio e lo zenzero tritati.
Dopo un paio di minuti aggiungere il cavolo; da prima la parte finale (il gambo per intendersi) che richiede un pochino più di tempo per la cottura e dopo 5 minuti aggiungere anche il resto del cavolo. Non richiede molto tempo di cottura. Una saltata veloce per altri 5 minuti dovrebbe essere sufficiente (almeno le foglie rimangono un pò croccanti). 
Qualche minuto prima di spegnere la fiamma aggiungete anche i semi di sesamo e la salsa d soia (e se volete un pochino di pepe rosa o quattro stagioni). Spegnere la fiamma e servire. 



Sono rimasta molto soddisfatta del risultato e sono sicura lo preparerò di nuovo.







2 commenti:

Wilhem ha detto...

Ho provato la tua ricetta mettendoci anche un po di cipolla.
SPETTACOLARE!!!!
La tua ricetta é veramente squisita!
(e a chi verrebbe in mente di mangiare il cavolo cinese?!?)

Anonimo ha detto...

Davvero molto simile a quello mangiato in Cina! Però là si mangia con aglio sempre molto abbondante e tanto peperoncino spezzettato.
Ottimo!!!