giovedì 10 dicembre 2015

Curry di ceci, zucca e cavolfiore con riso basmati




Un piatto caldo e corroborante ricco di spezie profumate e dalle molteplici proprietà nutrizionali.
E' molto semplice da preparare ed è un piatto che potete consumare tranquillamente anche se siete vegetariani/vegani e celiaci. 


Ingredienti per 2 persone:
200 g di ceci già cotti
300 g di zucca gialla
mezzo cavolfiore piccolo
1 porro grande
2 spicchi di aglio
mezzo bicchiere di latte di cocco
1 cucchiaino di concentraro di pomodoro
brodo vegetale q.b
Spezie: curry, curcuma, 5 spezie cinesi, paprika, pepe

Come accompagnamento: riso basmati o riso wild o cous cous o quinoa 

Pulite il porro e tagliatelo a rondelle fini. Fatelo appassire per 5 minuti in un pochino di olio di oliva e acqua. Aggiungete anche 2 spicchi di aglio tritati. Nel frattempo tagliate a cubetti la zucca pulita e a cimette il cavolfiore. 
Versate la verdura e i ceci nella pentola con il porro. Versatevi il latte di cocco, coprite la superficie con il brodo vegetale, aggiungete il cucchiaino di concentrato e fate sobbollire il tutto per 10-15 minuti, fino a quando la zucca non sarà morbida. Verso metà cottura aggiungete le spezie, mescolate bene e continuate la cottura a fiamma bassa.
Quando il curry sarà pronto aggiungete anche una spolverata di pepe e prezzemolo fresco tritato. Servire subito insieme all'accompagnamento che avete scelto. 

Le spezie sono delle miniere di antiossidanti. Diversi trial clinici condotti negli ultimo 10 anni hanno individuato nella curcuma la presenza di alcuni flavonoidi (curcumina fra tutte) con spiccate proprietà anti-infiammatorie.   L'attività protettiva della curcuma nei confronti dei tumori fu scoperta negli anni '80 e da li partirono una lunga serie di studi e ricerche. Oggi conosciamo molto meglio la farmacocinetica di questi composti e sappiamo che sono in grado di inibire la trascrizione di alcune citochine pro-infiammatorie. La curcuma è ottima per la prevenzione del cancro, ma anche in tutte quelle patologie in cui c'è un processo infiammatorio di base o molta produzione di radicali liberi: malattie autoimmuni, artrite, diabete, malattie cardiovascolari, obesità.

C'è da precisare che i curcuminoidi sono molto poco biodisponibili ed è difficile assorbirli, difatti i trial clinici hanno dimostrato che la maggior parte della curcumina viene eliminata con le feci e solo una piccolissima frazione passa nel sangue umano.  La buona notizia è che esistono però alcune sostanze adiuvanti che possono facilitarne l'assorbimento, tra queste la piperina è una delle più note (è contenuta nel pepe). Sembra infatti che la piperina aumenti la biodisponibilità della curcumina dell 2000%. E' per questo che nei miei piatti preferisco combinarla sempre al pepe ;-) 

Poiché ad alte dosi può avere effetti collaterali come nausea e diarrea, si consiglia di non eccedere con il consumo di questa spezia.

1 commento:

Rồng Xương ha detto...

Trong nhóm bệnh viêm nhiễm phụ khoa hiện nay, thì viêm cổ tử cung và viêm âm đạo là hai bệnh có tỉ lệ mắc nhiễm cao nhất. Bất cứ ai cứ ai cũng có thể bị mắc nhiễm, song bệnh tập trung nhiều nhất ở nhóm phụ nữ đã trải qua sinh hoạt tình dục, đã sinh nở hoặc thực hiện các biện pháp ngoại khoa nào đó như nạo phá thai... Bệnh gây ảnh hưởng rất lớn đến sinh hoạt cuộc sống và khả năng sinh sản về sau nhất là viêm cổ tử cung. Vì thế, nhận biết các dấu hiệu bất thường như khi hư ra nhiều, có màu sắc lạ, đau rát vùng kín, ngứa âm đạo, quan hệ đau... thì hãy đi thăm khám ngay. Việc xây dựng các biện pháp phòng tránh an toàn điều quan trọng nhất giúp hạn chế những vấn đề này xảy ra.